L’importanza dell’allenamento con sovraccarichi in età adulta

Negli ultimi anni si sta ponendo sempre maggior importanza all’attività fisica per i suoi innumerevoli vantaggi. Molto spesso però non si ha idea di cosa possa essere effettivamente efficace per l’obiettivo che ci si pone.

Partendo dal presupposto che fare attività fisica, muoversi il più possibile ed evitare la vita sedentaria di per sé è un ottimo punto di partenza, con il seguente articolo voglio porre l’accento su un tipo di allenamento specifico ovvero l’allenamento contro resistenze. Già, perché i veri vantaggi si hanno con un allenamento dove si utilizzano sovraccarichi. La tendenza è quella di associare l’attività fisica solamente con un’attività prettamente aerobica ad intensità bassa e magari anche di durata elevata (classica camminata o corsa lunga e lenta). Nonostante tale tipo di attività porti benefici a livello di efficienza e salute del sistema cardio respiratorio oltre che a livello mentale (camminare o correre all’aperto nella natura e non certamente in città o peggio ancora su un tappeto in una palestra) è l’allenamento con sovraccarichi che dovrebbe essere privilegiato a qualsiasi età e soprattutto in età avanzata.

I benefici di tale tipologia di allenamento sono riscontrabili a livello di tutti i tessuti dell’organismo, nella composizione corporea e nella vita di tutti i giorni.

I miglioramenti nella densità ossea sono facilmente prevedibili: l’osso come tutti i tessuti del corpo è soggetto a un continuo ricambio di cellule. Le sollecitazioni che subisce durante l’allenamento stimolano grandemente la formazione e la crescita dello stesso, rendendolo più resistente ed in grado di sopportare forze maggiori.

Stesso discorso può essere fatto per il tessuto muscolare: anche in questo caso il corpo si trova a dover aumentare le dimensioni del muscolo se esso viene sollecitato con la conseguenza di un aumento di massa magra, maggior capacità di stoccare glicogeno muscolare e quindi maggior metabolismo (il corpo necessita di più Kcal per funzionare) con una migliore composizione corporea (naturalmente se supportata da una corretta alimentazione).

Per non parlare dei tessuti connettivi, tendini e legamenti che vengono rafforzati dovendo resistere a tensioni e forze maggiori.

Ah, quasi mi dimenticavo: vi rende più FORTI, in grado di far sembrare una banalità le azioni della vita quotidiana… e non mi sembra poco

Ma perché prima ho scritto “soprattutto in età avanzata”? Se a 30 anni si stima che l’organismo raggiunge il massimo grado di sviluppo in tutte le sue componenti, dopo non resta che preservare il più possibile ciò che si è sviluppato nelle prime tre decadi di vita. Questo discorso è particolarmente vero per chi ha espresso una buona parte del suo potenziale in gioventù, in realtà MIGLIORAMENTI IN TERMINI DI FORZA E MASSA MUSCOLARE SONO POSSIBILI ANCHE IN ETÀ AVANZATA E NEI SOGGETTI ANZIANI che hanno sempre fatto vita sedentaria.

Iniziate ad intuire allora perché è importante allenarsi o iniziare ad allenarsi anche in età avanzata? Si tratta di una assicurazione sulla vita, vera prevenzione e certezza di essere INDIPENDENTI per più anni possibile.

Allenarsi per la FORZA significa preservare la grandezza delle fibre muscolari, la massa magra e scongiurare tutti i problemi che porta la sarcopenia; mantenere la capacità del sistema nervoso di utilizzare il maggior numero di fibre muscolari; preservare il sistema recettoriale che sta alla base della propriocezione (equilibrio ad esempio) evitando il rischio di cadute; allontanare il più possibile il rischio di osteopenia o osteoporosi che si associa ad un elevato rischio di fratture ossee; e significa sentirsi bene anche a livello psicosociale e di autostima.

Non posso allora che invitarvi ad iniziare ad allenarvi per la FORZA allo STRENGTH LAB secondo i metodi delle scuole che maggiormente guidano la tipologia di allenamento proposta (StrongFirst e BPro in primis).

Simone – Staff Strength Lab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *